Ti diamo il Benvenuto

Siamo Sara & Alessia, due sorelle venete unite dalla voglia di rendere il settore turistico un luogo più inclusivo.

Il nostro motto? Dove passa Ale passano tutti.

Novità dal Blog

Luoghi visitati da RUOTE LIBERE

Segui le nostre avventure su Instagram

  • Siamo entrate in un capanno da birdwatching! 🐦

🌿Dall’interno di una struttura in legno mimetizzata tra il fogliame, in silenzio, con un po’ di pazienza e un gran colpo di fortuna sono apparsi davanti alla nostra vista gli aironi.

🔍 Anche senza binocolo siamo riuscite a vedere gli uccelli sfrecciare a pelo d’acqua e 
immergersi nelle acque del Bacchiglione.

👉🏻Eravamo all’interno della riserva naturalistica
delle Risorgive del Bacchiglione, un’area nella Pianura Veneta
sita all’interno del triangolo formato dai centri di Dueville, Caldogno e Villaverla.

L’area delle Risorgive è suddivisa in 3 zone con caratteristiche diverse:

🌱l’area ricreativa: uno spazio verde in cui è possibile fare pic nic e rilassarsi respirando la tranquillità del laghetto

🌱l’area di protezione integrale: accessibile solo al personale autorizzato per scopi scientifici

🌱l’area accessibile solo con guide ambientali per visite guidate

🫧Assieme al @comunedicaldogno noi abbiamo visitato quest’ultima area, passeggiando sul manto erboso e in alcuni in sentieri composti da un basso strato di sassetti, attraversando dei ponticelli e ascoltando il cinguettio degli uccelli,
abbiamo imparato come si formano le suggestive polle sorgive e molte curiosità sulle specie arboree e animali presenti.

Un’esperienza da non perdere se siete degli amanti della natura.

📌Salva il Reel per ricordati di visitare le Risorgive del Bacchiglione 

📌Segui @ruote.libere per scoprire nuovi luoghi accessibili in Veneto

#ruotelibere #turismoaccessibileveneto #risorgivedelbacchiglione #caldogno
  • Forse uno dei momenti più felici che abbiamo vissuto quest’estate...

Eravamo in Sicilia, ospiti del villaggio @kikkivillageresort ,

eravamo noi due assieme ad una cara (e pazza) amica😜

Sono stati circa 5 giorni di FELICITA’ perchè...

eravamo nella nostra dimensione, una dimensione totalmente inclusiva, che potevamo consigliare ad altri;

eravamo alla ricerca di nuove conquiste che ci hanno permesso di gettare un nuovo mattoncino nella realizzazione del nostro progetto;

eravamo serene, ci siamo godute ogni attimo nel rispetto delle esigenze e delle tempistiche del nostro gruppetto.

Eccola la nostra felicità: la condivisione degli attimi 💕

Qual è stato per voi l’attimo più felice di quest’estate appena trascorsa? Avete in memoria un momento in particolare?

#ruotelibere #turismoaccessibile #felicità #villaggioturistico
  • Quando Mirella ci ha invitate per un’escursione in motonave nella Laguna di Venezia ci ha prese un po’ alla sprovvista…

🤯Poco tempo, tanti impegni e appuntamenti di lavoro da incastrare come fossero tesserine del Tetris…

Ma l’escursione andava fatta!

🚢 Fu così che ci siamo ritrovate, un giovedì mattina, a Quarto d’Altino, per imbarcarci su una motonave di @navigazione_f.lli_stefanato assieme ai ragazzi che frequentano i CEOD (centri diurni) dell’ULSS di Treviso.

Le nuove conoscenze strette, le risate e i balletti hanno avuto come cornice gli allegri colori di Burano e la tranquillità dell’Isola di San Francesco del Deserto.

❤️Grazie Mirella per questo indimenticabile regalo❤️

♿️Accessibilità motonave

Per accedervi lo staff ha disposto una pedana mobile, lo spazio interno era abbastanza ampio e consentiva le manovre con la sedia a ruote.
Per poter uscire in prua è necessario superare due scalini, i bagni non sono attrezzati.

📌Salva il reel per ricordarti di vivere anche tu quest’esperienza nella Laguna di Venezia

📌Segui @ruote.libere per scoprire altre magiche escursioni in Veneto

#ruotelibere #turismoaccessibileveneto #motonave #lagunadivenezia #burano #sanfrancescodeldeserto #visitveneto #venetodascoprire
  • E’ aperta solo fino al 27 novembre!

😅Per fortuna ci siamo catapultate in tempo a @labiennale d’arte 2022 a Venezia.

Curata per la primissima volta da una donna italiana, @ceciliaalemani , la 59 esposizione Internazionale d’arte intitolata “Il latte dei sogni” è presentata nel Padiglione Centrale ai Giardini e negli spazi dell’Arsenale.

🗿Incentrata sui temi del cambiamento dei corpi, delle differenti definizioni dell’essere umano e sul rapporto tra uomo e Terra, è un’esposizione estremamente attuale che lascia molto spazio alla riflessione e all’introspezione personale.

🎯 Il nostro obiettivo è di ritornare per concludere la visita all’Arsenale, un giorno è troppo poco per apprezzare a pieno le opere dei numerosi artisti presenti.

♿️Accessibilità

Si arriva a bordo del vaporetto 5.1, fermata “Giardini”.
L’ingresso alla Biennale è subito di fronte, entrando nei giardini e svoltando a destra dopo poco si giunge alla biglietteria.

Il percorso interno presentava delle leggere pendenze e una superficie ghiaiosa. Per fortuna inizialmente non molto cospicua! 
Il ghiaino è risultato una difficoltà nella seconda parte dell’esposizione, quella che si trova al di là del ponticello.

🛻Quando torneremo faremo richiesta del servizio di trasporto di cortesia.

🗺 Info utile:
Nel sito della Biennale è possibile scaricare la mappa dell’accessibilità di ogni sede, dei padiglioni e delle toilette. Vi consigliamo di stamparla in quanto non è disponibile in loco.

👉🏻Avete mai visitato la Biennale d’Arte di Venezia? Quali sono, secondo voi, le giuste tempistiche da dedicarle?

📌Se i nostri consigli vi sono stati utili:
Salvate il reel & seguiteci @ruote.libere! 

#ruotelibere #turismoaccessibileveneto #biennalearte #biennaledivenezia #biennale2022 
#artepertutti
  • La nostra prima volta in laguna di Caorle!

Fin da quando eravamo piccine abbiamo vissuto Caorle il suo centro storico, le sue calli colorate, la sua scogliera viva… 
ma mai avevamo vissuto la sua Laguna.

😎Quest’anno abbiamo deciso di recuperare!

Abbiamo scoperto la Laguna di Caorle a bordo della @motonave.arcobaleno , navigando in un’oasi incontaminata e protetta, ammirando gli antichi Casoni

Riconoscibili grazie al loro tetto spiovente di paglia e canna palustre essiccata, i Casoni di Caorle sorgono in radure paludose mantenendo nei secoli l’originaria struttura paleostorica.

Nati per essere un luogo sicuro per i pescatori, dargli la possibilità di cucinare, mettere al riparo la barca e passarci la notte, ancor’oggi sono utilizzati per i medesimi scopi e tramandati, in famiglie di pescatori, di padre in figlio.

♿️Info utili:
Per visitare i Casoni di Caorle consigliamo la prenotazione.
All’interno, la motonave presenta ampi spazi di manovra in sedia a ruote, vi consigliamo però di utilizzare la sedia manuale (la rampa d’accesso è stretta).
Il personale, molto cordiale e disponibile, ci ha aiutate nei vari spostamenti per vivere agevolmente l’escursione.

📌Salvate il reel per ricordarvi di visitare queste antiche costruzioni

📌Seguite ruote.libere per scoprire altri incredibili luoghi accessibili in Veneto 

#ruotelibere #turismoaccessibileveneto #caorle #caorlexp #caorle #caorletourism #lagunadicaorle
  • Abbiamo un legame speciale con Villa Emo.

Questa antica Villa Veneta è stata in assoluto il primo luogo visitato da Ruote Libere, la prima meta del nostro viaggio alla ricerca dell'accessibilità. 

🏛 @villaemo , opera stupenda di Andrea Palladio, si trova a Fanzolo di Vedelago. È stata la residenza della famiglia Emo, oltre che una delle sedi delle attività agricole dell'entroterra veneziano.

Dopo aver parcheggiato nell'ampio spazio di terreno battuto di fronte alla Villa, è necessario percorrere un breve tratto di strada asfaltata, per poi arrivare all'attraversamento pedonale che conduce  all'entrata.

👎🏼L'unica difficoltà che abbiamo riscontrato è stato il tratto di ghiaino che dal cancello principale porta alla comoda rampa per accedere alla villa. Lo strato di ghiaia, infatti, è troppo profondo ed Alessia non è riuscita a muoversi autonomamente. Anche con l'aiuto di Sara è risultato difficoltoso percorrerlo.

Nel piano terra ci sono due lunghe barchesse e alcune spaziose stanze, una volta dedicate all'accoglienza agli ospiti. 

Con un montascale è possibile raggiungere il piano superiore, e godere in ogni singolo dettaglio della bellezza degli affreschi e dell'architettura della villa stessa.

All'interno Alessia non ha riscontrato difficoltà nello spostarsi e passare da una stanza all'altra.

E voi, avete un posto del cuore? 
Se vi va raccontatecelo nei commenti 🥰

📌Se ancora non lo fate, seguite @ruote.libere per scoprire nuovi luoghi accessibili in Veneto

#ruotelibere #turismoaccessibileveneto #villaemo #villevenete #villapalladiana #visitveneto #turismoaccessibile
  • Quando siamo arrivate al @molinvecio abbiamo fiutato, oltre agli inebrianti profumi delle pietanze, centinaia e più anni di storia.

🌾 Pensate che le sue origini affondano all’inizio del Cinquecento quando produceva farina bianca per produrre il pane per i nobili proprietari.

Negli anni a seguire sopravvisse ai molteplici eventi storici che lo videro coinvolto senza però mai alterare la sua essenza.

Fino al 1984, quando la famiglia Boschetto lo prese in gestione e decise di farne un punto di riferimento per la Cucina Veneta.

😋Oggi, il Molin Vecio, ospita un giardino officinale con oltre 100 tipi di erbe aromatiche e fiori commestibili e un ristorante che propone cibo tradizionale vicentino con un pizzico di innovazione.

Ormai sapete che siamo delle buone forchette, per cui non possiamo non elencarvi le pietanze che abbiamo assaporato:

🍄 Crema ai funghi e basilico
🍆Fritto di verdure, fiori ed erbette su salsa allo yogurt servito con sopressa
🍝 Bigoli con l’àrna (ragù d’anatra)
🥩 Faraona con salsa ai funghi, zucchine grigliate, patate e polenta
🍮Crema bruciata al rosmarino e frutti di bosco accompagnata con gelato alla lavanda (Sara)
🍨Vasetto con crumble al cioccolato, gelato alla nocciola e caramello salato (Ale)

Riassumendo: dobbiamo assolutamente tornarci 😅

♿️Il Molin Vecio è accessibile in sedia a ruote. Avvisando, i proprietari vi permetteranno di parcheggiare l’auto vicino ad un’entrata secondaria per ovviare il ghiaino presente nel parcheggio. Internamente gli spazi sono abbastanza ampi per compiere le manovre, dispone di bagno attrezzato.

🤝Non possiamo non ringraziare il @comunedicaldogno e la @proloco_caldognovi per avercelo fatto conoscere.

P.s. Mentre gustate le deliziose pietanze guardatevi attorno, in ogni angolo vi sono delle litografie, ricerche su vecchi mestieri, erbe aromatiche, tradizioni, luoghi culturali, illustrate su carta grazie alla collaborazione del Molin Vecio con Galliano Rosset.

#ruotelibere #turismoaccessibileveneto #visitveneto #ristoranteaccessibile #caldogno #vicenza #molinvecio
  • Può essere accessibile un Bunker della Seconda Guerra Mondiale?

A Caldogno si!

Dietro alla barchessa di Villa Caldogno, una collina artificiale ricoperta da vegetazione e piante di alto fusto, ricopre un bunker costruito, nel 1944, per volontà di una milizia tedesca. 

🩺La scopo era costruire locali attrezzati per ospitare malati e feriti, nonché sale operatorie.

La struttura, alla profondità di 6 metri, non fu lungamente utilizzata, fortunatamente, la guerra finì prima di quanto i tedeschi pensassero.

Al giorno d’oggi il @bunkercaldogno , ristrutturato e risistemato, ospita la mostra permanente “Dalla Prima Guerra Mondiale al 1945” e delle esposizioni temporanee.

🤝Ringraziamo il @comunedicaldogno e la @proloco_caldognovi per averci permesso di passeggiare in quei corridoi. È stato un mix di emozioni e pensieri contrastanti, un’esperienza singolare che vi consigliamo assolutamente di fare.

♿️Parlando di accessibilità il bunker non presenta difficoltà in sedia a ruote, il percorso è a livello tranne l’ultimo tratto in uscita leggermente in salita.
Presenti bagni attrezzati.

👉🏻Salvate il reel per ricordarvi di visitare questo luogo pullulante di storia

👉🏻Seguite @ruote.libere per scoprire luoghi accessibili in Veneto

#ruotelibere #turismoaccessibileveneto #caldogno #bunkercaldogno #visitvicenza #visitveneto
  • Che scoperta Los Angeles!
 
❌No, non siamo ancora volate oltre oceano nella famosa città degli Stati Uniti.

Però abbiamo raggiunto un piccolo borgo dove gli angeli ci sono per davvero, nascosti qua e là tra le storiche vie.
 
📌Siamo, a Tovena, una frazione del comune di Cison di Valmarino. 

👼Qui è stata ideata la suggestiva “Via degli Angeli” grazie alla creatività di Gigliola d’Agostin @lecreazionidigil , alle opere di artisti locali e alla disponibilità della Pro Loco di Tovena.

Si tratta di un percorso a cielo aperto, visitabile tutto l’anno, dove sono state dipinte figure angeliche di diverse forme e stile nei muri delle storiche case.

L’idea, nata per valorizzare il piccolo borgo, è stata ispirata alla statua del grande angelo di pietra posizionata nella piazza centrale di Tovena, un monumento dedicato ai caduti della prima Guerra Mondiale.   
 
👩🏻‍🦽La Via degli Angeli è una meraviglia di colori percorribile anche con la sedia a ruote.
Il percorso, infatti, è su strada asfaltata con dislivelli lievi. Ci sono alcune opere in prossimità di marciapiedi non accessibili ma nonostante ciò si può godere della loro bellezza anche con qualche giro di ruota di distanza.

🚙 Si può parcheggiare nella piazza del paese, tra i molteplici posteggi vi è un parcheggio con strisce gialle

P.s. Parcheggiata l’auto dirigetevi presso l’alimentari di fronte alla piazza, in una cassettina, sulla parete, troverete una mappa che vi indica in quale angolo trovare gli angeli 🗺 

Noi abbiamo scoperto questa chicca grazie agli amici di @travelarte.it 💙

E voi, conoscevate questo piccolo borgo? Avete mai passeggiato tra gli angeli?

👉🏻Salva il reel per non dimenticarti di visitare il borgo angelico

👉🏻Segui @ruote.libere per scoprire molti altri luoghi accessibili in Veneto

#ruotelibere #turismoaccessibileveneto #viadegliangeli #cisondivalmarino #visitveneto
Siamo entrate in un capanno da birdwatching! 🐦 🌿Dall’interno di una struttura in legno mimetizzata tra il fogliame, in silenzio, con un po’ di pazienza e un gran colpo di fortuna sono apparsi davanti alla nostra vista gli aironi. 🔍 Anche senza binocolo siamo riuscite a vedere gli uccelli sfrecciare a pelo d’acqua e immergersi nelle acque del Bacchiglione. 👉🏻Eravamo all’interno della riserva naturalistica delle Risorgive del Bacchiglione, un’area nella Pianura Veneta sita all’interno del triangolo formato dai centri di Dueville, Caldogno e Villaverla. L’area delle Risorgive è suddivisa in 3 zone con caratteristiche diverse: 🌱l’area ricreativa: uno spazio verde in cui è possibile fare pic nic e rilassarsi respirando la tranquillità del laghetto 🌱l’area di protezione integrale: accessibile solo al personale autorizzato per scopi scientifici 🌱l’area accessibile solo con guide ambientali per visite guidate 🫧Assieme al @comunedicaldogno noi abbiamo visitato quest’ultima area, passeggiando sul manto erboso e in alcuni in sentieri composti da un basso strato di sassetti, attraversando dei ponticelli e ascoltando il cinguettio degli uccelli, abbiamo imparato come si formano le suggestive polle sorgive e molte curiosità sulle specie arboree e animali presenti. Un’esperienza da non perdere se siete degli amanti della natura. 📌Salva il Reel per ricordati di visitare le Risorgive del Bacchiglione 📌Segui @ruote.libere per scoprire nuovi luoghi accessibili in Veneto #ruotelibere #turismoaccessibileveneto #risorgivedelbacchiglione #caldogno
3 settimane fa
View on Instagram |
1/9
Forse uno dei momenti più felici che abbiamo vissuto quest’estate… Eravamo in Sicilia, ospiti del villaggio @kikkivillageresort , eravamo noi due assieme ad una cara (e pazza) amica😜 Sono stati circa 5 giorni di FELICITA’ perchè… eravamo nella nostra dimensione, una dimensione totalmente inclusiva, che potevamo consigliare ad altri; eravamo alla ricerca di nuove conquiste che ci hanno permesso di gettare un nuovo mattoncino nella realizzazione del nostro progetto; eravamo serene, ci siamo godute ogni attimo nel rispetto delle esigenze e delle tempistiche del nostro gruppetto. Eccola la nostra felicità: la condivisione degli attimi 💕 Qual è stato per voi l’attimo più felice di quest’estate appena trascorsa? Avete in memoria un momento in particolare? #ruotelibere #turismoaccessibile #felicità #villaggioturistico
3 settimane fa
View on Instagram |
2/9
Quando Mirella ci ha invitate per un’escursione in motonave nella Laguna di Venezia ci ha prese un po’ alla sprovvista… 🤯Poco tempo, tanti impegni e appuntamenti di lavoro da incastrare come fossero tesserine del Tetris… Ma l’escursione andava fatta! 🚢 Fu così che ci siamo ritrovate, un giovedì mattina, a Quarto d’Altino, per imbarcarci su una motonave di @navigazione_f.lli_stefanato assieme ai ragazzi che frequentano i CEOD (centri diurni) dell’ULSS di Treviso. Le nuove conoscenze strette, le risate e i balletti hanno avuto come cornice gli allegri colori di Burano e la tranquillità dell’Isola di San Francesco del Deserto. ❤️Grazie Mirella per questo indimenticabile regalo❤️ ♿️Accessibilità motonave Per accedervi lo staff ha disposto una pedana mobile, lo spazio interno era abbastanza ampio e consentiva le manovre con la sedia a ruote. Per poter uscire in prua è necessario superare due scalini, i bagni non sono attrezzati. 📌Salva il reel per ricordarti di vivere anche tu quest’esperienza nella Laguna di Venezia 📌Segui @ruote.libere per scoprire altre magiche escursioni in Veneto #ruotelibere #turismoaccessibileveneto #motonave #lagunadivenezia #burano #sanfrancescodeldeserto #visitveneto #venetodascoprire
4 settimane fa
View on Instagram |
3/9
E’ aperta solo fino al 27 novembre! 😅Per fortuna ci siamo catapultate in tempo a @labiennale d’arte 2022 a Venezia. Curata per la primissima volta da una donna italiana, @ceciliaalemani , la 59 esposizione Internazionale d’arte intitolata “Il latte dei sogni” è presentata nel Padiglione Centrale ai Giardini e negli spazi dell’Arsenale. 🗿Incentrata sui temi del cambiamento dei corpi, delle differenti definizioni dell’essere umano e sul rapporto tra uomo e Terra, è un’esposizione estremamente attuale che lascia molto spazio alla riflessione e all’introspezione personale. 🎯 Il nostro obiettivo è di ritornare per concludere la visita all’Arsenale, un giorno è troppo poco per apprezzare a pieno le opere dei numerosi artisti presenti. ♿️Accessibilità Si arriva a bordo del vaporetto 5.1, fermata “Giardini”. L’ingresso alla Biennale è subito di fronte, entrando nei giardini e svoltando a destra dopo poco si giunge alla biglietteria. Il percorso interno presentava delle leggere pendenze e una superficie ghiaiosa. Per fortuna inizialmente non molto cospicua! Il ghiaino è risultato una difficoltà nella seconda parte dell’esposizione, quella che si trova al di là del ponticello. 🛻Quando torneremo faremo richiesta del servizio di trasporto di cortesia. 🗺 Info utile: Nel sito della Biennale è possibile scaricare la mappa dell’accessibilità di ogni sede, dei padiglioni e delle toilette. Vi consigliamo di stamparla in quanto non è disponibile in loco. 👉🏻Avete mai visitato la Biennale d’Arte di Venezia? Quali sono, secondo voi, le giuste tempistiche da dedicarle? 📌Se i nostri consigli vi sono stati utili: Salvate il reel & seguiteci @ruote.libere! #ruotelibere #turismoaccessibileveneto #biennalearte #biennaledivenezia #biennale2022 #artepertutti
4 settimane fa
View on Instagram |
4/9
La nostra prima volta in laguna di Caorle! Fin da quando eravamo piccine abbiamo vissuto Caorle il suo centro storico, le sue calli colorate, la sua scogliera viva… ma mai avevamo vissuto la sua Laguna. 😎Quest’anno abbiamo deciso di recuperare! Abbiamo scoperto la Laguna di Caorle a bordo della @motonave.arcobaleno , navigando in un’oasi incontaminata e protetta, ammirando gli antichi Casoni Riconoscibili grazie al loro tetto spiovente di paglia e canna palustre essiccata, i Casoni di Caorle sorgono in radure paludose mantenendo nei secoli l’originaria struttura paleostorica. Nati per essere un luogo sicuro per i pescatori, dargli la possibilità di cucinare, mettere al riparo la barca e passarci la notte, ancor’oggi sono utilizzati per i medesimi scopi e tramandati, in famiglie di pescatori, di padre in figlio. ♿️Info utili: Per visitare i Casoni di Caorle consigliamo la prenotazione. All’interno, la motonave presenta ampi spazi di manovra in sedia a ruote, vi consigliamo però di utilizzare la sedia manuale (la rampa d’accesso è stretta). Il personale, molto cordiale e disponibile, ci ha aiutate nei vari spostamenti per vivere agevolmente l’escursione. 📌Salvate il reel per ricordarvi di visitare queste antiche costruzioni 📌Seguite ruote.libere per scoprire altri incredibili luoghi accessibili in Veneto #ruotelibere #turismoaccessibileveneto #caorle #caorlexp #caorle #caorletourism #lagunadicaorle
2 mesi fa
View on Instagram |
5/9
Abbiamo un legame speciale con Villa Emo. Questa antica Villa Veneta è stata in assoluto il primo luogo visitato da Ruote Libere, la prima meta del nostro viaggio alla ricerca dell'accessibilità. 🏛 @villaemo , opera stupenda di Andrea Palladio, si trova a Fanzolo di Vedelago. È stata la residenza della famiglia Emo, oltre che una delle sedi delle attività agricole dell'entroterra veneziano. Dopo aver parcheggiato nell'ampio spazio di terreno battuto di fronte alla Villa, è necessario percorrere un breve tratto di strada asfaltata, per poi arrivare all'attraversamento pedonale che conduce all'entrata. 👎🏼L'unica difficoltà che abbiamo riscontrato è stato il tratto di ghiaino che dal cancello principale porta alla comoda rampa per accedere alla villa. Lo strato di ghiaia, infatti, è troppo profondo ed Alessia non è riuscita a muoversi autonomamente. Anche con l'aiuto di Sara è risultato difficoltoso percorrerlo. Nel piano terra ci sono due lunghe barchesse e alcune spaziose stanze, una volta dedicate all'accoglienza agli ospiti. Con un montascale è possibile raggiungere il piano superiore, e godere in ogni singolo dettaglio della bellezza degli affreschi e dell'architettura della villa stessa. All'interno Alessia non ha riscontrato difficoltà nello spostarsi e passare da una stanza all'altra. E voi, avete un posto del cuore? Se vi va raccontatecelo nei commenti 🥰 📌Se ancora non lo fate, seguite @ruote.libere per scoprire nuovi luoghi accessibili in Veneto #ruotelibere #turismoaccessibileveneto #villaemo #villevenete #villapalladiana #visitveneto #turismoaccessibile
2 mesi fa
View on Instagram |
6/9
Quando siamo arrivate al @molinvecio abbiamo fiutato, oltre agli inebrianti profumi delle pietanze, centinaia e più anni di storia. 🌾 Pensate che le sue origini affondano all’inizio del Cinquecento quando produceva farina bianca per produrre il pane per i nobili proprietari. Negli anni a seguire sopravvisse ai molteplici eventi storici che lo videro coinvolto senza però mai alterare la sua essenza. Fino al 1984, quando la famiglia Boschetto lo prese in gestione e decise di farne un punto di riferimento per la Cucina Veneta. 😋Oggi, il Molin Vecio, ospita un giardino officinale con oltre 100 tipi di erbe aromatiche e fiori commestibili e un ristorante che propone cibo tradizionale vicentino con un pizzico di innovazione. Ormai sapete che siamo delle buone forchette, per cui non possiamo non elencarvi le pietanze che abbiamo assaporato: 🍄 Crema ai funghi e basilico 🍆Fritto di verdure, fiori ed erbette su salsa allo yogurt servito con sopressa 🍝 Bigoli con l’àrna (ragù d’anatra) 🥩 Faraona con salsa ai funghi, zucchine grigliate, patate e polenta 🍮Crema bruciata al rosmarino e frutti di bosco accompagnata con gelato alla lavanda (Sara) 🍨Vasetto con crumble al cioccolato, gelato alla nocciola e caramello salato (Ale) Riassumendo: dobbiamo assolutamente tornarci 😅 ♿️Il Molin Vecio è accessibile in sedia a ruote. Avvisando, i proprietari vi permetteranno di parcheggiare l’auto vicino ad un’entrata secondaria per ovviare il ghiaino presente nel parcheggio. Internamente gli spazi sono abbastanza ampi per compiere le manovre, dispone di bagno attrezzato. 🤝Non possiamo non ringraziare il @comunedicaldogno e la @proloco_caldognovi per avercelo fatto conoscere. P.s. Mentre gustate le deliziose pietanze guardatevi attorno, in ogni angolo vi sono delle litografie, ricerche su vecchi mestieri, erbe aromatiche, tradizioni, luoghi culturali, illustrate su carta grazie alla collaborazione del Molin Vecio con Galliano Rosset. #ruotelibere #turismoaccessibileveneto #visitveneto #ristoranteaccessibile #caldogno #vicenza #molinvecio
2 mesi fa
View on Instagram |
7/9
Può essere accessibile un Bunker della Seconda Guerra Mondiale? A Caldogno si! Dietro alla barchessa di Villa Caldogno, una collina artificiale ricoperta da vegetazione e piante di alto fusto, ricopre un bunker costruito, nel 1944, per volontà di una milizia tedesca. 🩺La scopo era costruire locali attrezzati per ospitare malati e feriti, nonché sale operatorie. La struttura, alla profondità di 6 metri, non fu lungamente utilizzata, fortunatamente, la guerra finì prima di quanto i tedeschi pensassero. Al giorno d’oggi il @bunkercaldogno , ristrutturato e risistemato, ospita la mostra permanente “Dalla Prima Guerra Mondiale al 1945” e delle esposizioni temporanee. 🤝Ringraziamo il @comunedicaldogno e la @proloco_caldognovi per averci permesso di passeggiare in quei corridoi. È stato un mix di emozioni e pensieri contrastanti, un’esperienza singolare che vi consigliamo assolutamente di fare. ♿️Parlando di accessibilità il bunker non presenta difficoltà in sedia a ruote, il percorso è a livello tranne l’ultimo tratto in uscita leggermente in salita. Presenti bagni attrezzati. 👉🏻Salvate il reel per ricordarvi di visitare questo luogo pullulante di storia 👉🏻Seguite @ruote.libere per scoprire luoghi accessibili in Veneto #ruotelibere #turismoaccessibileveneto #caldogno #bunkercaldogno #visitvicenza #visitveneto
2 mesi fa
View on Instagram |
8/9
Che scoperta Los Angeles!   ❌No, non siamo ancora volate oltre oceano nella famosa città degli Stati Uniti. Però abbiamo raggiunto un piccolo borgo dove gli angeli ci sono per davvero, nascosti qua e là tra le storiche vie.   📌Siamo, a Tovena, una frazione del comune di Cison di Valmarino. 👼Qui è stata ideata la suggestiva “Via degli Angeli” grazie alla creatività di Gigliola d’Agostin @lecreazionidigil , alle opere di artisti locali e alla disponibilità della Pro Loco di Tovena. Si tratta di un percorso a cielo aperto, visitabile tutto l’anno, dove sono state dipinte figure angeliche di diverse forme e stile nei muri delle storiche case. L’idea, nata per valorizzare il piccolo borgo, è stata ispirata alla statua del grande angelo di pietra posizionata nella piazza centrale di Tovena, un monumento dedicato ai caduti della prima Guerra Mondiale.      👩🏻‍🦽La Via degli Angeli è una meraviglia di colori percorribile anche con la sedia a ruote. Il percorso, infatti, è su strada asfaltata con dislivelli lievi. Ci sono alcune opere in prossimità di marciapiedi non accessibili ma nonostante ciò si può godere della loro bellezza anche con qualche giro di ruota di distanza. 🚙 Si può parcheggiare nella piazza del paese, tra i molteplici posteggi vi è un parcheggio con strisce gialle P.s. Parcheggiata l’auto dirigetevi presso l’alimentari di fronte alla piazza, in una cassettina, sulla parete, troverete una mappa che vi indica in quale angolo trovare gli angeli 🗺 Noi abbiamo scoperto questa chicca grazie agli amici di @travelarte.it 💙 E voi, conoscevate questo piccolo borgo? Avete mai passeggiato tra gli angeli? 👉🏻Salva il reel per non dimenticarti di visitare il borgo angelico 👉🏻Segui @ruote.libere per scoprire molti altri luoghi accessibili in Veneto #ruotelibere #turismoaccessibileveneto #viadegliangeli #cisondivalmarino #visitveneto
3 mesi fa
View on Instagram |
9/9
Skip to content